domenica 19 settembre 2010

Lezione di dignità


Santo cielo, è passata quasi una settimana e sui giornali irlandesi ancora se ne parla. Cos'è successo? Che il primo ministro Brian Cowen in occasione di una festicciola di partito ha alzato un po' il gomito, ha fatto il cretino permettendosi di fare il verso a un campione di golf (tale Philip Walton) e, tra un bicchiere e l'altro, ha tirato mattina, forse dimenticando che di lì a poche ore l'aspettava un'intervista radiofonica in diretta sul primo canale della rete nazionale. Com'è andata l'intervista? A quanto leggo è andata, vale a dire che Cowen tutto sommato se l'è cavata senza dire idiozie. La voce impastata di uno che è appena stato buttato giù dal letto, però, sembra l'abbiano notata tutti.
Benché Brian Cowen abbia chiesto pubblicamente scusa per il proprio comportamento irresponsabile - per sua stessa ammissione non confacente al ruolo di un primo ministro - la bagarre stenta a placarsi e la già precaria credibilità del governo sembra minata in modo irreversibile.

Perché racconto questa storiella? Perché, da italiana, trovo che tanta indignazione popolare nei confronti di un politico che si sciroppa una pinta in più sia così teneramente commovente da sembrare quasi buffa. Una notiziola da incorniciare, direi. Per non dimenticare che dignità popolare non è affatto un concetto astratto caduto in disuso.
Foto: da sinistra Brian Cowen, Bertie Ahern (ex primo ministro) e Brian Lenihan (ministro delle finanze).

P.S. grazie a Eleonora per la foto.

6 commenti:

jumbolo ha detto...

quanto hai ragione

Eleonora ha detto...

Ti giro tramite e-mail una foto favolosa che il mio capo reparto sta facendo girare.

exit ha detto...

Il film qui è diventato "Una notte da leoni". Proprio il caso del povero Cowen...:)

Eleonora ha detto...

Le traduzioni italiane mi lasciano sempre di sale. The Real McCoy é diventato Bella Bionda E Dice Sempre Sì per non parlare di Eternal Sunshine of the Spotless Mind che lì da voi é diventato Se Mi Dimentichi Ti Sposo o qualche boiata simile.

Sam ha detto...

Vista la foto, colgo - l'ennesima - occasione per andare fuori tema e dire che il film "Una notte da leoni" l'ho visto almeno sette volte in un mese. Quello dell'uscita nelle sale. Due volte al cinema e cinque a casa di amici e ragazza in DVD :D

Eleonora ha detto...

@ Sam: Se hai la possibilità di guardarlo in lingua originale, fallo. Io l'ho già visto tre volte. Sono poche le commedie che valgono di questi tempi. Hollywood sta rigurgitando cose già fatte. A volte mi rompo di guardare film svedesi, c'é bisogno di ridere ogni tanto. Come dice Mike Myers (Austin Powers) fare gli scemi é il premio per essere sempre seri giudiziosi.